Effetto Orton Facile con Photoshop

Effetto Orton facile con Photoshop

Corso_post_produzione_Adobe_Photoshop_Marco_De_Maio.jpg
Effetto-orton-tutorial-photoshop-before-marco-de-maioEffetto-orton-tutorial-photoshop-after-marco-de-maio

Trascina lo slider per vedere l’effetto Orton ( Immagine a scopo illustrativo )

Nell’era della fotografia digitale esistono innumerevoli tecniche e strumenti per far risaltare le proprie immagini e tra i più popolari vi è l’Effetto Orton.

La sua diffusione è stata determinata dalla capacità di avere un grande impatto su un’immagine con la convenienza di essere una delle tecniche più semplici da realizzare con Photoshop.

Cos’è l’effetto Orton?

L’effetto Orton è una tecnica sviluppata da Michael Orton negli anni ’80 e rimane oggi una delle più utilizzate in  post-produzione dai fotografi paesaggisti.
La tecnica si è evoluta nel corso degli anni con l’avvento del digitale, ma il concetto di base è rimasto invariato 
ovvero quello di creare un bagliore onirico su un’immagine.

Oggi l’effetto è facilmente realizzabile in un software come Adobe Photoshop.

In questo articolo ci concentreremo sulla sua realizzazione.

Apri l’immagine in Adobe Photoshop e applica le regolazioni che ritieni necessarie prima di aggiungere l’effetto Orton.

Quando l’immagine sarà pronta crea un livello unito con

PC: (MAIUSC + CTRL + ALT + E) e duplicalo con (CTRL + J)

MAC: (⌘ + MAIUSC + M ) e duplicalo con  (⌘ + J )

Avremo la necessità di utilizzare entrambi i livelli.

effetto_orton_tutorial_photoshop_1

Seleziona il livello più in alto e rinominalo “Sfocatura”

poi seleziona il livello subito sotto e rinominalo “Dettagli”

Questo passaggio non è strettamente necessario lo facciamo per praticità così da tenere sempre sotto controllo le azioni che abbiamo eseguito.

Dopo aver rinominato i livelli duplicati seleziona il livello “Sfocatura” e vai sul menù:

Filtro -> Sfocatura -> Controllo sfocatura.

effetto_orton_tutorial

Nella casella successiva seleziona un raggio di sfocatura da applicare al livello;

Il raggio ideale dipende dall’immagine e dal numero di megapixel della fotocamera.

Di solito uso lo stesso raggio del numero di megapixel della fotocamera, che è 21 sulla mia Canon 5D mkII.

Raccomando di scegliere un raggio tra 20 e 50 a seconda della fotocamera che hai utilizzato per scattare la foto.

effetto_orton_tutorial_3

Dopo aver aggiunto la sfocatura al livello, dobbiamo modificare il contrasto quindi andiamo su:  

Immagine -> Regolazioni -> Livelli.

Sposta il cursore delle luci: quello bianco verso sinistra mentre il cursore delle ombre (grigio scuro) verso destra finché l’immagine apparirà molto contrastata, come nell’esempio della foto in basso.

effetto_orton_tutorial

Non preoccuparti di come sarà visualizzata l’immagine in questo momento.

Ora vai sui Livelli e abbassa l’opacità del livello “Sfocatura” tra 8 e 15 percento (in base all’immagine).

effetto_orton_tutorial

L’immagine potrà risultare luminosa ed alcuni dettagli andranno persi.

Per recuperarli è sufficiente aggiungere un filtro di nitidezza.

Prendi il livello “Dettagli” e trascinalo sopra il livello “Sfocatura”.

Con il livello “Dettagli” selezionato vai su:

Filtro -> Altro -> Accentua passaggio.

effetto_orton_tutorial

Anche in questo caso, il raggio dipende dalla fotocamera utilizzata per catturare l’immagine, consiglio comunque di usare un raggio compreso tra 2.1 – 3 .

Ora l’immagine apparirà grigia e solo alcuni dettagli della foto saranno visibili.

Per risolvere cambiamo la modalità di fusione del livello “Dettagli” in Luce soffusa e regoliamo l’insensità del filtro con l’opacita del livello, suggerisco un numero tra il 10% e il 25%.

effetto_orton_tutorial

Selezioniamo i due livelli e cliccliamo sull’icona “Cartella” in basso cosi da creare un gruppo e selezioniamo il livello “Gruppo 1” rinominandolo (cliccando due volte sul nome)  Effetto Orton.

A questo punto aggiungiamo una maschera di livello al gruppo, selezioniamo il livello “Effetto Orton” e clicchiamo sull’icona maschera di livello in basso (vedi foto). Selezioniamo la maschera appena creata cliccando sul riquadro bianco ed invertiamo la machera premendo la combinazione di tasti:

PC: CTRL+i

MAC: ⌘ + i

Il colore della maschera diventerà nero e l’effetto sulla foto non sarà visibile; clicchiamo sulla maschera e selezioniamo il Pennello con il tasto B oppure dal menù strumenti e dipingiamo sulla foto con il colore bianco nelle aree dove vogliamo che sia visibile l’effetto Orton.
Personalmente evito di applicare l’effetto in primo piano, in quanto trovo più naturale avere un bagliore nel mezzo e sulla porzione di cielo.
Per oscurare l’effetto basta utilizzare un pennello di colore nero.

effetto_orton_tutorial

Suggerimento

Se vuoi un maggiore controllo delle impostazioni applicate ai livelli, puoi convertirli in oggetti avanzati prima di aggiungere gli effetti descritti in questo tutorial.

Per convertire un livello in oggetto avanzato clicca sul livello  con il tasto destro del mouse e seleziona la voce “converti in oggetto avanzato” dal menù.

In questo modo cliccando due volte sul nome dell’effetto sotto al livello selezionato ti consentirà di modificare il raggio sui vari livelli in qualsiasi momento.

Effetto Orton  Photoshop CC  – Video Guida